MagnamagnaRistorantiRistoranti di terra

Rurale – La nuova cucina tradizionale

In una tipica domenica invernale, il pranzo fuori a base di prodotti caserecci è per noi d’obbligo. Proprio per questo, ci siamo recati in un nuovo ristorantino aperto nel cuore di Salerno. Stiamo parlando di Rurale – la nuova cucina tradizionale.

Il locale, aperto da poco più di un mese, dispone di pochi posti a sedere, tuttavia è davvero ben curato e la presenza delle calde luci e del bianco che lo caratterizza, rende il tutto alquanto sofisticato e molto accogliente.

L’atmosfera è familiare, lo staff davvero cordiale, disponibile e simpatico. Dietro la piccola cucina a vista c’è uno chef che vanta una lunga esperienza nel settore della ristorazione salernitana così come il responsabile di sala, Antonio Carta, attento a tutte le esigenze del cliente e alla cura del dettaglio.

La nostra domenica è iniziata con un antipasto della casa, la bufala stracciata (€12,00): stracciatella di bufala campana con confettura artigianale di cipolle di Tropea e alici di Cetara, un accoppiamento davvero delizioso e territoriale. Buona la qualità dei prodotti utilizzati.

Bufala stracciata

Per i primi invece, ci lasciamo tentare dai paccheri di Gragnano alla genovese (€11,00) piatto saporito nel gusto e ricchissimo di cipolla, tuttavia avremmo gradito fosse un po’ più tirata la genovese, e dei fusilli al ragù (€9,00) con pomodoro San Marzano, classico piatto della tradizione della domenica che non puó mai mancare. Buoni i fusilli, realizzati a mano, poco però il condimento che non ci ha consentito di fare una bella scarpetta finale come bisognerebbe fare in presenza del ragù.


Come secondo, optiamo per un baccalà in campagna (€12,00), ovvero baccalà gratinato su crema di ceci ed, infine, una polenta alla piastra con salsiccia e funghi porcini (€11,00).
Anche questi piatti ci hanno soddisfatto nella presentazione (stupendi i piatti utilizzati) e soprattutto nel sapore.

Il nostro pranzo è stato accompagnato da un buon vino rosso della casa, un pompeiano (€18,00).

Possiamo dire di aver fatto davvero una bella scoperta: infatti, la qualità delle materie prime e i piatti della tradizione che richiamano quelli della nonna, sono tutti aspetti che meritano di essere premiati.

Questi i nostri voti:

Location: 7.5/10
Menù: 7/10
Servizio: 7/10
Conto: 6.5/10
Totale: 28/40

Cliccando qui, troverete il video della nostra esperienza.
Cliccando qui, potrete prenotare un tavolo tramite il MagnamagnaBot.

Indirizzo: Via Giovanni Ruggi D’Aragona, 10, 84100 Salerno SA

P

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *