MagnamagnaRistorantiRistoranti di mare

Al Convento

Ritorniamo a scrivere sul blog per raccontarvi di un’esperienza unica che abbiamo vissuto la scorsa sera: siamo stati invitati da un recensore di una nota guida a livello nazionale (di cui non faremo il nome per tutelare il modus operandi degli stessi) ad una serata in cui avrebbe confermato o meno la permanenza di un ristorante all’interno della guida.

Quest’invito è stato per noi una delle soddisfazioni più grandi da quando abbiamo intrapreso questo percorso, anche perché il nostro sogno è quello di diventare critici gastronomici.
Il ristorante in questione è Al Convento a Cetara di Pasquale Torrente, rinomata osteria di mare che, l’anno prossimo, è pronta a festeggiare i 50 anni di storiaIl locale, che prende il nome da un convento medievale all’interno del quale è stato ricavato, affaccia sulla piazza principale del borgo marinaro e dispone di circa 150 posti a sedere (80 all’interno e 60/70 all’esterno).
Noi ci siamo accomodati nella sala interna dove siamo stati accolti da Gaetano, responsabile di sala da circa tre anni.
In cucina, rigorosamente a vista, c’è invece Angelo.

Pescato del giorno

Diamo subito uno sguardo al menù e ci orientiamo su due antipasti e due primi a testa, nonché un fritto misto del golfo al centro.
In attesa dell’antipasto ci è stata servita una buona focaccia fatta in casa (Al Convento è anche pizzeria tra l’altro).

Cominciamo, quindi, con un misto di alici (€10,00) che non potevamo non assaggiare trovandoci nella patria di questo prodotto: alla scapece, alici accoppiate, bruschetta di burro e alici, polpette e marinate. Siamo rimasti molto soddisfatti di tutte le varianti presentate, tranne per quelle preparate alla scapece, nelle quali si sentiva eccessivamente l’aceto, e per le marinate, delle quali non abbiamo apprezzato la preparazione, essendo scondite di prezzemolo, aglio e peperoncino, e che peccavano di un pizzico di sale in più.

Misto di alici

L’altro antipasto, una parmigiana di melanzane e alici (€10,00), è stato una vera sorpresa: un piatto semplice quanto buono e che emanava un gradevole profumo soprattutto grazie alle foglie di basilico fresco utilizzato. Piacevole anche l’aggiunta di gocce di pesto a decorare e il pomodoro, fresco e ben eseguito.

Parmigiana di alici

Per quanto riguarda i primi, abbiamo assaggiato due classici intramontabili della casa: uno spaghetto con colatura di alici di produzione propria (€10,00) e ziti spezzati alla genovese di tonno (€12,00).
Sul primo dei due, non abbiamo nulla da eccepire. Si tratta di un piatto realizzato alla perfezione e soprattutto molto equilibrato: giusta la cottura della pasta, mentre la dose di colatura di alici utilizzata è stata tale da dare al piatto quel meraviglioso tocco di sapidità e aromaticità che serviva.

Ben eseguiti anche gli ziti alla genovese di tonno, soprattutto lato condimento, davvero da applausi. Si nota la qualità del tonno ad ogni boccone e l’utilizzo di una cipolla importante, come quella ramata di Montoro, fa veramente la differenza. Unica pecca di questo piatto è stata la cottura della pasta, leggermente indietro.

Ziti alla genovese di tonno

Da segnalare anche un’altra specialità che abbiamo avuto modo di assaggiare, i paccheri di Gragnano con ragù di mare (€13,00), una vera bontà.

Paccheri al ragù di mare

Si passa, quindi, alla frittura mista del golfo (€15,00) prima di chiudere con i dolci. Anche questa portata non ha deluso le nostre aspettative: pesce freschissimo e preparazione degna di nota.

Fritto misto del golfo

Immancabile il dolce, purtroppo non artigianale, ma di una pasticceria di Cava de’ Tirreni. Tra le varie proposte, abbiamo optato per una delizia al limone (€6,00) ed una cassata siciliana (€6,00), entrambe davvero deliziose. Molto buono anche il babà alla crema scelto da un’altra commensale.

Terminiamo la cena con un liquore al mandarino di Cetara prodotto da un’azienda locale: perché se il piatto tipico di Cetara è la pasta con colatura di alici, il dopo pasto originale è il mandarinetto.

Liquore al mandarino di Cetara

Segnaliamo positivamente anche il buon vino della casa ed il pane fresco di un forno del posto.

Vino della casa

Questi, i nostri voti per “Al Convento”:
Location: 9
Servizio: 8
Menù: 7
Conto: 8
Totale: 32


Cliccando qui, troverete la pagina fb di Al Convento.

Indirizzo: Piazza S. Francesco, 16, 84010 Cetara SA
Telefono: 089 261039

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *